DayBreakHotels: il diurno di lusso, intervista al suo creatore, Simon Botto.

DayBreakHotels rilancia l'uso dell'albergo diurno, ma non quello clandestino, fuori mano. Lo fa con i migliori alberghi e tutti i comfort di lusso. Ne parliamo con chi lo ha inventato.

Il progetto è di quelli che rivoluzionano il mondo alberghiero. Tanto semplice quanto originale. Per qualcuno un po’ provocatorio, sicuramente perfetto per un momento di crisi come questo: vendere delle stanze ed altri servizi degli alberghi più belli del Paese a metà prezzo, perché ad uso diurno (dalle 1O.OO alle 18.OO).

I malintenzionati, soprattutto noi latini, penseranno immediatamente alle coppie clandestine, perché la "camera a ore" si portava dietro tutto uno strascico peccaminoso. Ma, la grande novità, che ha indovinato questa start-up tutta italiana, è che c'è una grande fetta di mercato costituita da uomini d'affari che vogliono organizzare riunioni o rinfrescarsi durante uno stop-over, da turisti in viaggio con aerei che ripartono dopo molte ore o da semplici cittadini residenti che vogliono provare una volta quell'hotel tanto elegante.

Il lusso e la comodità diventano low-cost. E tutti ci guadagnano. Hotel, clienti, società. DayBreakHotels,fondata da quattro giovani imprenditori italiani, oltre al suo portale base, ha ovviamente spinto sul trend mobile del momento. Con un app per IOS e ANDROID facile, intuitiva e rapida per suggerire l'hotel più vicino alla propria posizione.

Schermata 2014-04-10 alle 10.04.29

Abbiamo incontrato Simon Botto, il papà di questa splendida idea, proprio in uno degli alberghi che la prevede, sull'elegante terrazza con piscina dell'ES Radisson Blu di Roma. In una giornata ideale, per un'incontro del genere.

IMG_8660

Ciao Simon, intanto complimenti per questo progetto. Devo farteli, io vado in cerca del "diurno" dai tempi della naja, e spesso mi vergognavo quasi a chiedere se potevo prendere una camera per qualche ora.

Grazie - ride - in effetti, anche io ho ricordi simili, e penso che, per esempio, intorno a La Spezia (lui è ligure ndr) sia necessario essere presenti..

Come è nata l'idea?

L’idea è frutto della mia duplice natura di avvocato d’affari e quindi cliente di hotel di lusso (con poco tempo per godermi i comfort delle camere) e di giocatore di pallanuoto, che mi portava, invece, ad occupare , con la squadra hotel 2-3 stelle per riposarmi prima delle partite pomeridiane. Inoltre, è frutto della volontà sviluppata durante l’MBA ad INSEAD di mettere in pratica la Blue Ocean Strategy e rivoluzionare un mercato enorme già esistente.

Come l'avete sviluppata, come promossa?


Il passaggio dall’idea a DayBreakHotels è stato possibile solo grazie al lavoro di Flavio Del Greco e Lorenzo Stabile prima (che hanno sviluppato l’intero portale) e di Michele Spadone poi (che ha portato la sua conoscenza del mercato turistico).

Dal momento della costituzione della società e del lancio del sito poi ci sono state altre persone il cui apporto è stato davvero determinante. In particolare, è stato fondamentale il lavoro di Giulia Orfei che unendo le sue esperienze nella parte Revenue Management di NH Hotels e nel marketing per un’agenzia di NY è riuscita ad ottenere risultati davvero eccezionali nell’attività di affiliazione hotel (particolarmente difficile all’inizio quando il sito era ancora in costruzione), superando le iniziali diffidenze degli hotel. Giulia adesso si sta togliendo grandi soddisfazioni nel gestire il gran numero di richieste di affiliazione spontanea che riceviamo settimanalmente da hotel 4 e 5 stelle.

Il lavoro del nostro ufficio stampa Francesca Pecchia poi è stato fondamentale nel ottenere visibilità sui media da subito. Inoltre, Roberta Paris, Responsabile della Comunicazione in DayBreakHotels da settembre 2013 ci sta aiutando davvero molto a far crescere il livello (e l’appeal) della nostra comunicazione e a rendere più omogenea la comunicazione online ed offline. Elena Landi poi ha portato quel know-how di tematiche SEO (maturato in anni di esperienza per primari clienti) che sono indispensabili per un business web. Recente ingresso importante è anche quello di Sebastian Soffia, che ci stai aiutando con i temi di growth hacking. La giovane Meryem Sahel poi da poco sta collaborando con noi nella parte di affiliazione e gestione hotel.

Insomma, stiamo davvero lavorando molto per migliorare tutti gli aspetti del nostro servizio, la cui parallela crescita credo sia dovuta anche all’ottima chimica che si è instaurata nel nostro team.

unnamed (47)

Quanta gente dietro un progetto del genere, molto spesso si trascura questo fattore. Ma come avete esorcizzato l'ostacolo del pregiudizio?

Sì, come vedi abbiamo fatto un gran lavoro di preparazione. Abbiamo investito noi, scegliendo proprio di non appoggiarci a fondi esterni, e siamo partiti con 100 alberghi ai nastri di partenza. Non potevamo sperare di crescere dal nulla.

Circa un anno fa abbiamo vinto un finanziamento da parte di Filas (Finanziaria Laziale di Sviluppo) attraverso il bando della Regione Lazio denominato “POR FESR 2007-2013 Spin-off/Startup innovative”.

Ora le cose vanno a gonfie vele. Contiamo più di 750 hotel, con una media di 80 alberghi nuovi al mese. Da poco abbiamo firmato un accordo con eDreams per una white label nella ricerca.

Spiega ai nostri lettori come funziona brevemente DayBreakHotels

Dalla homepage del portale, o attraverso le app per Android ed iOS, è possibile cercare camere, suite e altri servizi per uso diurno, filtrare la ricerca secondo criteri prestabiliti, come ubicazione, tipologia e qualità, confrontare le relative offerte e prenotare.

Non occorre la carta di credito. Avviene un semplice controllo dell’indirizzo email, e si può cancellare la prenotazione fino alle 24 del giorno prima o alle 13 del giorno del soggiorno (se si prenota per il giorno stesso). E del resto la percentuale di cancellazione è bassissima. Perché molto è giocato sul last minute. La conferma immediata via e-mail avviene in meno di un minuto.

I clienti beneficiano di tariffe scontate fino al 70% rispetto a quella consueta e, grazie alla prenotazione online, semplificano al massimo la procedura di accettazione in hotel.

Non solo camere e suite, che possono essere prenotate per l’intera fascia oraria diurna (in genere l’orario è compreso tra le 9 e le 21, ma a Roma e Milano spesso arriva anche alle 23), ma anche sale meeting, SPA, acquistabili sia come ingresso sia in esclusiva, piscine e ristoranti.

Un esempio di costo?

Le tariffe per le camere e suite sono molto più basse rispetto a quelle previste per la notte. Per esempio, è possibile prenotare dalle 9 alle 19 a soli 39 euro una stanza doppia di un hotel a 4 stelle nel centro di Roma oppure a 90 euro una suite con terrazzo e vasca jacuzzi di un hotel 5 stelle di Milano.

Quali sono gli alberghi che hanno aderito?

La piattaforma raccoglie già più di 750 alberghi 3-5 stelle delle principali città italiane. A Milano, per esempio, si può scegliere tra lo Sheraton Diana Majestic, l’UNA Hotel TOCQ, il Westin Palace, l’Hilton Double Tree, l’Hotel dei Cavalieri ed il The Hub.

A Roma tra questo fantastico Radisson Blu Es (che abbiamo utilizzato) anche per uno dei nostri video, il Palazzo Monte Martini, il Crowne Plaza Rome – St. Peter’s, il Melià Roma Aurelia Antica e il Worldhotel Ripa. A Torino si può prenotare nel lussuoso Golden Palace Hotel, mentre a Firenze si può soggiornare al Grand Hotel Minerva o all’esclusiva Villa La Vedetta. A Napoli, infine, si possono passare ore indimenticabili all’Art Resort Galleria Umberto, all’Hotel Nouveau o all’UNA Hotel Napoli.

IMG_8656 1

Certo qui viene voglia di venire anche solo per lavorare. Un ufficio di ottima qualità..

Esattamente, immagina quando si è in viaggio, e magari si è costretti a lavorare in un caffè affollato, perché serve il wi-fi, o ricevere qualcuno per un appuntamento di lavoro in uno studio anonimo, noleggiato a caro prezzo. Mentre in un posto come questo, fai ben altra figura.

IMG_8654 1

Verissimo, e poi, la grande astuzia è che l'albergo torna ad avere un ruolo centrale non solo per i turisti.

..Ed i vantaggi per loro sono enormi. Gli hotel affiliati possono vendere le camere e le suite due volte durante la stessa giornata e disporre, per la prima volta, di un canale di vendita online dedicato anche a tutti gli altri servizi dell’hotel destinati al mercato dell’hotellerie diurna, che è caratterizzato, tra l'altro, da un bassissimo livello di concorrenza.

Quali sono ora i vostri orizzonti? Come vi state allargando?

Abbiamo diverse richieste, ci stiamo muovendo con attenzione. Valutando il mondo degli appartamenti in affitto. Quello delle federazioni sportive (a cui tengo molto) e anche quello delle zone ospedaliere, dove si sente una grande necessità di questa formula. Quanto alla distribuzione, stiamo andando sul B2B con vari accordi di distribuzione.

Inoltre, stiamo lavorando per prepararci al primo round di financing. Abbiamo già ricevuto qualche richiesta di informazione da investitori interessati a crescere insieme a noi.

E all'estero? Ci avete già pensato?

Sì, abbiamo iniziato l’affiliazione di hotel esteri da marzo di quest’anno e sta andando molto bene. In effetti non esiste un sito come il nostro nel mondo, anche se l’attenzione verso questo tipo di utilizzo delle risorse dell’hotel sta crescendo. L’interesse verso la nostra innovazione è dimostrata anche dal fatto che siamo stati invitati a raccontarci al Web Summit 2013 di Dublino.

Ho la sensazione di parlare con il nuovo Brian Chesky (CEO di Aribnb). Complimenti ancora Simon, è bello sapere che c'è ancora qualcuno che ha idee semplici e vincenti come questa nel mondo web. Grazie ancora.

Ma figurati, grazie a voi.

by @RondoneR - Foto all'ES Hotel | © by Rondone®

GODITI LA VITA con DayBreakHotels - Ep 2 | daybreakhotels.com from DayBreakHotels on Vimeo.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail