Le manie dei single italiani in vacanza

Un sondaggio condotto da Speed Vacanze rivela alcune strane ossessioni del turista single italiano all'estero.

Stando alle statistiche di questo sondaggio, il single italiano all'estero non ci fa proprio una bella figura. E non per quello che starete pensando, ad esempio che fa troppo il cascamorto oppure è maleducato o non riesce a comunicare in una lingua che non sia l'italiano. No, o forse non solo. In realtà, il single in vacanza sprigiona una serie di piccole "manie", di gesti e abitudini ripetitive che lo rendono un po' "turista macchietta".

Il sondaggio, condotto da Speed Vacanze - noto tour operator specializzato nell'organizzazione viaggi per single - ha rilevato alcune manie frequenti tra i viaggiatori solitari. Su un campione di 1.000 iscritti al sito, è venuto fuori questo. Ad esempio: il turista single scatta foto sempre nella stessa, solita posizione e quando si reca al supermercato, inizia ad ispezionare tutto e a confrontare i prezzi. Il confronto, il turista single, lo fa anche paragonando l'Italia e il paese in cui è in vacanze ed evidenziando le differenze di bellezza.

Fissazioni del viaggiatore single italiano. Al primo posto delle abitudini, il 35% degli intervistati ha ammesso di scattare una fotografia nel luogo più caratteristico della città, nella solita, ridicola, posa: facendo finta di tenere un monumento, o con le dita alzate in segno di vittoria di fronte alla bandiera del paese o ancora saltando al centro delle piazze principali di mezzo mondo.
Il 30% invece ha dichiarato che all'estero gli scatta la vena investigativa: quella di comparare i prezzi, confrontando l'euro con la valuta locale e già che ci siamo anche l'euro con la vecchia lira. Una mania che porta il turista italiano single a controllare tutti i listini prezzi di bar, ristoranti, benzinai e vedere se sono più o meno cari di quelli italiani.

Se non si è investigatori, allora si è massaie: molti turisti in vacanza si divertono a girare nei supermercati , vuoi per curiosità, vuoi per comprare prodotti che in Italia non ci sono, ma anche, di nuovo, per confrontare i prezzi. Una mania che piace al 20% degli intervistati, mentre il 15% dei single ha ammesso di non riuscire a fare a meno di osservare e paragonare la bellezza degli uomini e delle donne locali con i connazionali, come si vestono, come si porgono, che atteggiamenti hanno, con la classica soluzione: "Noi italiani siamo i migliori".

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

  • shares
  • +1
  • Mail