Le cover degli album viste con Street View

Ecco come riconoscere dove sono state scattate le foto delle copertine dei vostri album preferiti.

Girare le città seguendo il tour delle location dei film o delle sitcom preferite ormai è diventato un modo divertente ed alternativo quando si è in viaggio. Ma avete mai pensato di fare il tour delle cover degli album della musica che hanno fatto la storia del rock?

Da Pj Harvey ai Pink Floyd, dai Led Zeppelin ai Beatles, molte sono le band e i musicisti che hanno utilizzato come foto copertina del loro album l'immagine di un luogo.  Una strada, un palazzo, una chiesa, un bosco. Luoghi di cui viene presa una piccolissima parte del tutto e impressa su immagine, decontestualizzandola dal resto. Posti che diventano completamente anonimi all'occhio umano, indistinguibili e disorientanti.

A rimettervi sulla retta via ci ha pensato Google Street View, servizio di Google che permette di ottenere panoramiche a 360° in orizzontale e a 290º in verticale lungo le strade, oltre a vedere parti di  varie città del mondo a livello del terreno, nei più minimi particolari. Una lente d'ingrandimento speciale con la quale divertirvi a ricercare le location delle cover degli album, dandovi tutte le coordinate spaziali che vi occorrono per raggiungerlo e farvi una foto.

Così "(What's the Story), Morning Glory?", album del 1995 del gruppo Britpop Oasis, è stato girato in Berwick Street nel quartiere Soho di Londra, dove si trova Sister Ray, storico negozio di dischi. La bella Polly Jane, invece, in "Stories from the City, Stories from the Sea" si lascia immortalare davanti a - questa è facile - Times Square, a New York, mentre attraversa la 7th Avenue. Restando a New York, se arrivate in St Mark's Place, nel cuore dell'East Village, troverete i palazzoni in mattoncini che sono sulla copertina di "Physical Graffiti" dei Led Zeppelin. New York anche per i Beastie Boys, che hanno scelto per il loro "Paul's Boutique" l'immagine di un negozio di abbigliamento all'angolo tra Ludlow e Rivington sulla Lower East Side.

Battersea Power Station di Wandsworth, a Londra, è la location di "Animal" dei Pink Floyd ed è rimasto identico ad allora, nel lontano 1977. In California invece bisogna arrivare per mettersi in posa davanti alla location di "Willy and The Poors Boys" dei Creedence Clearwater Revival, che si fecero fotografare in strada fuori al mercato del pesce a Hollis Street a Oakland,  nel 1969. Oggi però il negozio è stato completamente intonacato.

Sempre più difficile. La foto di "The Marshall Mathers", di Eminem è stata scattata davanti alla sua casa natia, in via di Dresda, a nord di Detroit, mentre "Late for the Sky" di Jackson Browne raffigura una delle tante case vicino Hancock Park a Los Angeles. I Rush, invece, gruppo prog canadese, si sono fatti immortalare davanti alla Ontario legislatury a Toronto.


Se poi volete sapere dove stavano passeggiando Bob Dylan e la sua fidanzata Suze Rotolo nella cover di "The Freewheelin 'Bob Dylan" nel 1963, basta cliccare su Jones Street nel West Village di New  York. Se invece vi piace vincere facile, scrivete Abbey Road e ci troverete quattro ragazzetti di Liverpool in fila indiana. La strada, che finì sulla cover del Lp dei Beatles del 1969 è ormai talmente famosa che ogni 3 mesi bisogna farvi manutenzione, per togliere le migliaia di scritte lasciate dai fan ed evitare che i segnali stradali vengano divelti e portati a casa come souvenir.

Cover album: le location
Cover album: le location


    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E' disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Guardian

  • shares
  • +1
  • Mail