E' nata la Romagna Visit Card 2014

E' nata la Romagna Visit Card 2014, la card turistica integrata delle 3 province romagnole, che offre ingressi gratuiti e sconti tra cultura, divertimento e benessere.

Video un po' paludato, ma che fa capire bene l'importanza di Ravenna nella Storia e nell'Arte del nostro paese.

Dal prossimo 8 aprile sarà disponibile la Romagna Visit Card 2014, la card turistica che propone ingressi gratuiti in 48 siti turistici della Romagna (province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini) e sconti ed agevolazioni in circa 70 tra parchi di divertimento, stabilimenti termali e strutture di ospitalità (stabilimenti balneari, ristoranti, enoteche…). Non solo, visto che le agevolazioni riguardano anche i trasporti pubblici, l’enogastronomia e il divertimento notturno.

Tra le attrazioni completamente ad ingresso gratuito si va dai Musei San Domenico di Forlì (mostra “Liberty. Uno stile per l’Italia moderna”) alla Domus del Chirurgo di Rimini, dalla Fortezza di San Leo (nella fotografia) alla Biblioteca Malatestiana di Cesena, dalla Basilica di Sant’Apollinare in Classe di Ravenna (da vedere assolutamente) al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, tra cui 2 monumenti patrimoni Unesco.


    Sono stata a Ravenna. Bellissima. Imho una delle destinazioni turistiche italiane più sottovalutate. Perfetta per le famiglie, che qui trovano tutto, per tutti i propri componenti, grandi e piccoli. Noi abbiamo fatto un weekend tra Ravenna e Mirabilandia, con una bellissima passeggiata a Ravenna (la città dei Mosaici), che ancora ricordo con piacere.

Oltre agli ingressi gratuiti, la carta turistica comprende anche serie di attrazioni ad “ingresso ridotto” per i quali sono previsti sconti fino al 50%, a questi si affiancano anche agevolazioni presso strutture ricettive, ristoranti, enoteche, osterie e stabilimenti balneari della Riviera, ma anche impianti termali, golf club, proposte di divertimento come i grandi parchi a tema (da Mirabilandia - vedi la recensione - ad Italia in Miniatura) e cartelloni di eventi come il Ravenna Festival.

La card include tra le agevolazioni anche alcuni punti di rental bike, per godersi una divertente escursione su due ruote, oltre a proporre in collaborazione con Start Romagna diverse soluzioni di trasporto pubblico per il turista che vuole muoversi in libertà.

Un'offerta impedibile, anche dal punto di vista economico, che in tempi di crisi è un grande aiuto per le famiglie. Basti pensare che al costo di 12 euro è possibile avere benefici ed agevolazioni per un valore economico pari a 215 euro. Non solo, la validità annuale della carta (scade il 6 gennaio 2015) permette al turista di visitare la Romagna più volte nel corso dell’anno e di ritornare nella destinazione, fidelizzandolo (in questo senso è perfettamente fruibile anche dai residenti del territorio); unica condizione, ogni sito è visitabile una volta sola. Sul sito RomagnaVisitCard.it, completamente rinnovato, informazioni anche per gli sconti famiglia.

forte di san leo

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail