Roma scende al 23° posto al modo per il costo dei taxi, ma fino a quando?

Taxi a New York
La scorsa settimana ho pubblicato un post sul costo dei taxi nelle 100 maggiori destinazioni turistiche mondiali, dove Roma, l'unica città italiana considerata nel panel, risultava al 10° posto tra le città più care. I dati erano quelli del blog PriceOfTravel, che raccoglie e gestisce i dati relativi ai costi "turistici" di queste 100 città.

Lo stesso post, dal quale ho tratto l'informazione, appare oggi aggiornato, con Roma scesa al 23° posto sulle 100 città considerate, con una forbice di prezzi compresa tra 8.17 – 14.08 dollari. Cosa è successo in questi cinque giorni? Sono diminuiti i prezzi dei taxi a Roma?

Magara, direbbe un romano, più semplicemente quelli di PriceOfTravel hanno ricevuto una segnalazione di errore, sulla base della quale, molto correttamente, hanno provveduto a correggere il dato in loro possesso. Sul Web funziona così; se si è corretti, e si lavora con coscienza e in buona fede, in caso di errore o dati non aggiornati, si corregge l'info, senza che sia necessario "adire alle vie legali".

Nello specifico, i dati relativi a Roma, riportati fino a domenica, consideravano un sovra-prezzo per le corse dalla stazione Termini, che non è più in vigore. Certo per quelli di PriceOfTravel non deve essere facile stare dietro i prezzi che cambiano in 100 città, così questa volta li ho voluti aiutare, avvertendoli che forse tra poco dovranno cambiare ancora i dati in loro possesso, visto che forse si avrà un aumento del 10% delle tariffe, e l'introduzione della corsa minima.

Foto | Magnus Manske.

  • shares
  • Mail