Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami

Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami

Un mezzo delirio, anzi: un delirio intero. Ieri all'alba sono salito su un aereo che mi ha portato ad Amsterdam. Lì mi sono unito agli altri partecipanti di Fly2Miami, il volo inaugurale di KLM per la nuova tratta Amsterdam - Miami. A bordo c'erano parecchi dj e producer di musica elettronica olandese...

l'idea di fondo, ve l'avevo spiegata l'altro ieri: tutto parte dal dj Sied Van Riel che qualche mese fa chiede a KLM di anticipare il volo inaugurale di una settimana. In fondo lui e un po' di suoi amichetti ci sarebbero andati di sicuro a Miami, e l'aereo l'avrebbero riempito. KLM accetta e Van Riel rimedia le prenotazioni.

Ieri al decollo c'eravamo anche noi di Travelblog. Dopo il salto provo a raccontarvi come è andata.

Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami

Parto da Malpensa verso Amsterdam alle 6.45 di ieri. Arrivo presto a Schipol, e ho tutto il tempo di attendere e vagare nel gigantesco aeroporto olandese. Noto cose che altre volte non avevo notato: l'immagine coordinata delle insegne dei negozi. Tutte identiche, stesso font, stesso stile.

L'altro cosa che noto è la segnaletica, straordinaria, ridondante senza essere eccessivamente ripetitiva: non ti puoi perdere a Schipol, anche se vuoi - e io volevo. Terza cosa: le frequenti sale fumatori, fantozziane rievocazioni del bagno del liceo in cui mi rifugio più volte.

L'aereo per Miami partirà alle 13.50, ho un po' di tempo. Quando arriva l'ora mi avvicino al gate 7 e faccio conoscenza con i miei compagni di viaggio. Terzetti in total look Adidas che omaggiano i Run DMC, team di dj in giacchette anni '50 dai colori acidi, il genere di ragazze che di solito vedi seminude su un giornale.

Poi ci sono le crew, gli amici degli amici degli amici. A bordo oltre a Sied Van Riel ci sono altri nomi pesanti sulla scena olandese, Skitzofrenix, per esempio, poi Benjamin Bates, Club Matrixx, e tanti altri di cui parleremo in seguito su Soundsblog. Gente tranquilla, a postissimo: c'è tutta una sottocultura giovanile in quell'aereo, una sottocultura che Italia ha preso altre vie, altri stili, altre modalità di apparire: ci sarebbe da approfondire il tema, ad aver tempo, ma purtroppo mentre butto giù questo post qui sono le 6.53 del mattino, tempo non ce n'è.

Generi? House, trance, elettronica commerciale - il buon Sied Van Riel mi confessa subito un passato hardcore, leggetevi questa storia del genere su netlog - non roba da rave, musica da club. In Italia si sarebbe potuto fare qualcosa del genere? Mi domando mentre immagino facce di dj italiani su un volo Alitalia, e sono pervaso da qualche dubbio. Ma chissà però, c'è da pensarci.

Saliamo a bordo con un leggero anticipo: hostess e steward sanno benissimo cosa li aspetterà e cazzeggiano amabilmente con tutti. Anche il comandante sembra apprezzare la situazione: forse si è semplicemente rassegnato. Saliti sull'aereo cominciano i lavori. I lavori per cosa?

Bé, provate a mettere una postazione da dj su un aereo di linea. Ci sono tutta una serie di problemi: lo spazio e l'alimentazione per dirne un paio. Si risolve tutto nella maniera che vedete nella foto, artigianalmente, per esempio fissando il microfono utilizzato per gli annunci all'interno del cono di una cassa.

La musica esce dall'impianto infilato nelle cappelliere a un volume tollerabile, cioè basso: il che si vede chiaramente, delude un po' le crew. Si rifaranno dei volumi umani nel party della serata al Mondrian Hotel di ieri sera, decisamente più consoni al genere di musica e alla situazione.

Ma siamo già in aereo, è già tanto essere riusciti a organizzare una roba del genere. Appena parte la musica, tutti si alzano in piedi, e il traffico nei corridoi dell'aereo diventa più o meno quello di una tangenziale nell'ora di punta. Non riesci a muoverti mai, ma fa parte del gioco: c'è anche un barman che serve dei mojito.

Nel punto in cui si piazza si formano delle file interminabili cui molti rimediano in coda all'aereo dove c'è una riserva quasi infinita di vino e gin: quest'ultimo viene mixato pressoché con qualunque liquido analcolico si trovi a bordo. Allentati i freni inibitori, si inizia a ballare.

C'è tanto di primato da Guinness realizzato in volo, lo vedete nelle foto. Poi ci si ferma un attimo con la musica, poi si riprende, poi si riparte ancora. Poi si gira di nuovo, poi si fa la coda di nuovo per il mojito, poi si corre verso la coda dell'aereo, poi faccio quattro chiacchiere con Erik Warwijk, executive vice president di KLM - domani l'intervista - poi con qualche dj, poi dormo qualche ora che la giornata si sta trasformando in un interminabile afterhour dopato dal jet lag. Poi scambio quattro parole con le hostess.

Grazie ancora per quella Absolut liscia rimediata quando sembrava che tutto fosse finito, non la dimenticherò.

Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami
Fly2Miami: Travelblog sul volo inaugurale da Amsterdam a Miami

  • shares
  • Mail