Cosa comporta e come funziona lo sconsiglio per Sharm-el-Sheik

Turismo internazionale + crisi nazionali = sconsiglio al viaggio. Gli effetti della globalizzazione in un nuovo termine della lingua italiana.


Lo sconsiglio del Ministero degli Esteri ancora non ha colpito Marsa Matrouth, in Egitto sulla costa del Mediterraneo.

La Farnesina è tornata nuovamente a sconsigliare i viaggi in direzione Sharm el-Sheikh e Sinai, a causa delle nuove minacce terroristiche, ma non solo: pare che siano sconsigliati anche i viaggi non indispensabili in zone diverse dalle aree turistiche dell’alto Egitto e della costa continentale del Mar Rosso e del Mediterraneo.

Sconsiglio si, sconsiglio no. Un tira e molla causato dalla voglia di vacanza e di lavoro legato al turismo in una delle zone balneari (e altro...) maggiormente frequentate a livello mondiale, e le inevitabili misure di sicurezza che si debbono adottare, quando una destinazione turistica non è più sicura. E quindi ecco che è stato "inventato" lo sconsiglio.

Lo sconsiglio, termine bruttino ma che rende l'idea, viene dichiarato dal Ministero degli Esteri; si tratta quindi di una dichiarazione ufficiale, che ha effetti reali e pratici sui nostri viaggi.

Lo sconsiglio non è un divieto a viaggiare, ma un avvertimento del tipo, "Io te l'ho detto; se poi ci vai sono affari tuoi." Per cui, se avete il desiderio impellente di andare a Sharm, potete sempre andarci. Non però con i tour operator, almeno quelli seri, sicuramente quelli che aderiscono all'ASTOI.

Perché i tour operator non sono "scemi", e non vi mettono in situazioni di pericolo, soprattutto quando non possono assicurare il vostro viaggio, come quando accade quando il Ministero lancia lo sconsiglio.

E se ho già prenotato? Con lo sconsiglio perdo i soldi? No, sopratutto se avete prenotato con una delle agenzie di cui sopra. Perché se c'è lo sconsiglio, avete il diritto al rimborso, come ci ricorda l'adiconsum, a meno che ...

A meno che il tour operator non vi offra un viaggio simile e voi accettiate. Come ad esempio nel caso di Alpitour, che in questo momento riprotegge i suoi clienti su Marsa Alam.

Si perché, per ora, lo sconsiglio ha risparmiato le località sul mar Rosso, come Marsa Alam e Hurghada, e quelle sul Mediterraneo, come Marsa Matrouh.

Bagnanti a sharm


Foto WomEOS

Vota l'articolo:
4.06 su 5.00 basato su 18 voti.  
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO