Gite di primavera: due ore nel Parco dei Mostri a Bomarzo

Parco dei Mostri Bomarzo

Del Parco dei Mostri di Bomarzo, nel Lazio, vi abbiamo già accennato. Oggi ci torniamo, dopo esserci stati di persona, per mostrarvi qualche foto e per darvi qualche ragguaglio sul percorso da seguire per arrivarci.

Fino al paese di Bomarzo, piccolo e costruito sulla cima di un colle che guarda la valle del Tevere e il paese di Mugnano, ci si arriva bene seguendo le indicazioni stradali. La parte complicata comincia quando si imbocca la strada che dovrebbe portare al Parco. Dovrebbe, perché una frana l'ha danneggiata e sono in corso i lavori di ripristino. I pedoni, se gli operai sono all'opera, non possono passare. Si rende dunque necessario tornare all'auto, risalire verso il centro e scendere da una stretta scalinata nascosta sulla sinistra del Circolo Arci. Non cercate frecce, cartelli o indicazioni: non ce ne sono.

Una bella passeggiata vi porterà al Parco, tra gatti randagi (ce ne sono moltissimi) e un servizio di navetta che vedrete passarvi vicino senza comprendere quale sia il modo di utilizzarlo. Pagati i 9 euro di ingresso potrete finalmente godervi le sculture e le opere più o meno paradossali disseminate nel giardino, che in verità non è molto grande. Complice forse il tempo non proprio eccellente, il Parco non mi è sembrato straordinario. Ma probabilmente in una bella giornata di sole e con le piante in fiore (lì intorno è pieno di alberi di mimosa) la visita sarà più piacevole.

Parco dei Mostri Bomarzo Parco dei Mostri Bomarzo Parco dei Mostri Bomarzo Parco dei Mostri Bomarzo

Parco dei Mostri Bomarzo Parco dei Mostri Bomarzo

  • shares
  • Mail