Addio voli economici per questa estate?

Un Airbus della United

Su una cosa tutti gli operatori del settore e gli economisti sono daccordo, per questa estate sarà davvero difficile trovare voli a prezzi davvero low cost. Parlo in questo caso del solo biglietto aereo, mentre i viaggiatori che si affidano ai tour operator possono sperare in un bilanciamento tra i maggiori costi del trasporto e i prezzi stracciati degli alloggi.

A causa della crisi nordafricana il petrolio costa sempre di più, e come se non bastasse il crollo del settore turistico nelle aree colpite - Egitto, Marocco, Tunisia eccetera - comporterà un aumento delle tariffe aeree, necessario al fine di compensare la minore richiesta. Questo vale non solo per l'Europa ma anche per i voli intercontinentali, sopratutto quelli provenienti dal Nord America, da sempre fonte di un gran numero di turisti desiderosi di visitare i paesi dell'aerea nordafricana, Egitto in primis.

E non pensate che il tutto sia ristretto ai soli desiderosi di visitare i paesi sopracitati: le compagnie, come ovvia logica di mercato, tenderanno a spalmare i maggiori costi di gestione su tutte le rotte. Un esempio pratico di come questa crisi colpisca in egual modo tutto il mondo? Quasi tutte le compagnie aeree statunitensi - colossi come United o Delta, ad esempio - hanno in questi giorni aumentato il costo dei voli nazionali di circa 20$.

Foto | Moto@Club4AG

  • shares
  • Mail