Pronti per il ponte del 17 marzo? Bene, ma occhio allo sciopero degli alberghi...


Dopo aver appreso l'intenzione del Governo di estendere la tassa di soggiorno (a Roma già si paga), a tutti i comuni italiani, Federalberghi-Confturismo - stiamo parlando di circa 27 mila alberghi associati - ha deciso di non accettare prenotazioni per il 17 marzo, giorno festivo (ma solo nel 2011) per la celebrazione dell'Unità d'Italia.

Pertanto, se il Governo dovesse confermare la decisione di consentire l'applicazione della tassa di soggiorno alle Amministrazioni comunali, gli albergatori resterebbero sul piede di guerra lasciando fuori dalle proprie strutture qualcosa come 2 milioni di turisti, italiani e stranieri. E le casse dello Stato di rimetterebbero, tra tassazioni dirette e indirette, all'incirca 100 milioni di euro.

Se siete contrari anche voi alla tassa di soggiorno, potete manifestare il vostro dissenso scrivendo a notassasoggiorno@gmail.com

Foto | Flickr
Via | Ansa

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: