Turismo dentale: la polemica continua

turismo dentale all'estero curarsi i denti

Dai commenti al nostro post sul turismo dentale, è chiaro che molti italiani si recano all'estero per farsi curare i denti. Dentisti all'estero, low cost, soprattutto in Europa dell'Est, pubblicizzano i propri servizi anche online mentre i dentisti italiani avvisano sui pericoli di questa nuova forma di turismo.

Eppure c'è anche un turismo dentale "incoming", ossia da paesi, come la Gran Bretagna, dove le cure dentali sono più care che in Italia. Il figlio di un amico che vive in Inghilterra, per esempio, ha il suo dentista a Siena che raggiunge comodamente con un volo British Londra - Pisa due volte l'anno. E tutto questo grazie ai voli low cost e alla maggior mobilità delle persone. La raccomandazione comunque è quella di farsi consigliare da qualcuno che ci è già passato, che ha un buon dentista all'estero e, magari, per scrupolo, si è fatto controllare il lavoro pure in Italia.

Dei molti che viaggiano per piacere, ne ho conosciuti parecchi di italiani che, per esempio, hanno il dentista in Brasile. Suona spocchioso mentre è una necessità per quelle persone che non si potrebbero permettere costose cure in Italia e viaggiano spesso in Brasile per vacanza o affari. E così, nella comunità si sparge la voce, si scopre che c'è pure un dentista che parla italiano a Salvador, se proprio avete bisogno di scambiarci due chiacchiere oltre che farvi un'otturazione!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: