Carnevale di Venezia, storia e tradizioni del Volo della Colombina

Da dove origina il Volo della Colombina o Volo dell'Angelo? E la Festa delle Marie? Ecco la storia e le tradizioni del Carnevale di Venezia.

Carnevale Venezia maschera

Conoscete la storia e le tradizioni che si nascondono dietro al Carnevale di Venezia? Volo della Colombina (o Volo dell'Angelo), la Festa delle Marie, il Volo dell'Asino, il Volo dell'Aquila: da dove nascono tutti questi eventi? Andiamo dunque a scoprire insieme da dove origina il Carnevale di Venezia, una delle più famose e importanti manifestazioni carnascialesche italiane, assai apprezzato anche nel resto del mondo.

Il Carnevale di Venezia: le origini

Il Carnevale di Venezia vanta origini assai antiche: pensate che la prima volta in cui viene citato è in un documento del 1094 del Doge Vitale Falier. Furono i governati di allora di Venezia a decidere di dare alla Serenissima il Carnevale, per poter concedere a tutti, soprattutto ai ceti più poveri, la possibilità di divertirsi senza pensieri e di festeggiare. Le maschere tipiche del Carnevale garantiscono l'anonimato, quindi la musica e i balli potevano essere sfrenati, oltre al fatto che le differenze sociali scomparivano e si potevano prendere tranquillamente in giro il governo e i nobili, senza temere ritorsioni. Ovviamente si trattava di dare una valvola di sfogo alle tensioni sociali.

L'antico Carnevale di Venezia

Parliamo brevemente dell'antico Carnevale di Venezia, il quale viene reso festa pubblica con un documento del 1296. Pensate che all'epoca il Carnevale durava sei settimane, dal 26 dicembre fino al Mercoledì delle Ceneri. Il Carnevale di Venezia fin dall'antichità venne rinomato per la qualità delle sue maschere e costumi, tanto che i costruttori di maschere, i mascareri, nel 1436 vennero riconosciuti come artigiani. Una delle maschere più comuni è la Bauta, ovvero maschera bianca chiamata larva indossata sotto un tricorno nero e con ampio mantello, indossata sia da donne che da uomini.

Il Carnevale di Venezia è anche famoso per i diversi eventi e feste particolari che si tengono nel corso della manifestazione e che sono arrivati poi anche in epoca moderna, seppure leggermente modificati. Per esempio la Festa delle Marie è antichissima, pare che sia stata introdotta nell'anno 943 e poi sia proseguita nel periodo del Carnevale. In origine il 2 febbraio si benedicevano i matrimoni di dodici fanciulle povere e belle, grazie anche alla donazione della dote fatta dai nobili di Venezia e al successivo omaggio del Doge. Un giorno dei pirati rapirono le fanciulle, il Doge intervenne ed ecco che per commemorare la vittoria sui pirati nacque la Festa delle Marie. Le dodici Marie sfilavano viaggiando sulle barche e nel corso degli anni il numero delle Marie è cambiato diverse volte. Diciamo che una volta vennero anche sostituite con delle sagome di legno, ma i veneziani non gradirono affatto. Nel 1379 la Feste della Marie venne soppressa, salvo poi essere ripresa nel 1999 con alcune varianti.

Passiamo ora al Volo dell'Angelo o Volo della Colombina. Tutto origina a metà del Cinquecento con lo Svolo del Turco, ovvero un acrobata che riuscì su un filo ad andare dal campanile di San Marco fino a una barca ancorata nella Piazzetta, passando anche a porgere i suoi omaggi al Doge. Per anni furono funamboli professionisti ad esibirsi, fino a quando alcuni veneziani coraggiosi non decisero di cimentarsi nell'impresa. Ecco che arriva così la versione con un uomo dotato di ali che scende velocemente lungo la fune e l'evento venne chiamato Volo dell'Angelo. Nel 1759, però, l'acrobata si schiantò al suolo ed ecco che allora si pensò di sostituire i coraggiosi funamboli con una colomba di legno.

Il Carnevale di Venezia in epoca moderna

Il Carnevale di Venezia antico venne sospeso nel 1797 a causa dell'occupazione napoleonica, anche se a Burano e Murano continuarono comunque i festeggiamenti, anche se in tono minore. Arriviamo così nel 1979, quando si decide di dare nuova linfa alla tradizione del Carnevale di Venezia. Da allora ogni edizione viene dedicata a un particolare tema.

Il Carnevale adesso dura undici giorni, si va dal sabato che precede il Giovedì Grasso sino al Martedì Grasso. Rimangono in auge gli spettacoli teatrali itineranti, le feste in maschera, mentre solamente nel 1999 viene ripristinata l'antica Festa delle Marie. Dopo aver scelto le dodici Marie, ecco che vengono fatte sfilare nel pomeriggio del primo sabato del Carnevale con tanto di sbandieratori, musicisti e damigelle d'onore, tutti diretti verso Piazza San Marco. Successivamente viene eletta la più bella, la Maria dell'anno, la quale vince un ricco premio.

Nel Carnevale di Venezia moderno, poi, si è deciso di inserire nuovamente anche il Volo dell'Angelo, nella versione del Volo della Colombina. Si tiene la prima domenica di festa, è uno dei principali eventi d'apertura: un uccello meccanico dal Campanile di San Marco scende giù fino al Palazzo Ducale. A metà percorso una botola nel suo ventre si apre e libera coriandoli e caramelle sulla folla. Questo almeno fino al 2001, quando la Colombina viene sostituita da una donna vera e propria, opportunamente imbragata.

Leggi anche: il Carnevale di Putignano e il Carnevale di Ivrea.

Foto | Fra-cas

Vota l'articolo:
3.89 su 5.00 basato su 28 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO