Carnevale Ambrosiano, le origini storiche di una festa milanese

Non si conclude con il mercoledì delle Ceneri, ma il sabato successivo. Il perché del carnevale Ambrosiano che rende omaggio al Patrono di Milano


Il Carnevale Ambrosiano è una delle feste locali milanesi più scenografiche e sentite dai cittadini. Milano si veste di colori e con le maschere ogni scherzo vale, in una metropoli che, a torto, viene considerata grigia, si diffonde per le strade una rinnovata allegria.

Intanto l'originalità sta qui: la rivisitazione in chiave lombarda del carnevale sposta la fine dei festeggiamenti non al martedì grasso, come avviene di solito, ma al sabato dopo.

Il carnevale Ambrosiano rende omaggio al patrono della città Sant'ambrogio, e sposta le date in suo onore. Secondo la tradizione, infatti, Sant'Ambrogio, lontano da Milano – città di cui allora era Vescovo - per un pellegrinaggio, chiese al popolo di attenderlo per celebrare insieme i riti quaresimali. Fu accontentato, e ancora adesso l'arcidiocesi di Milano, e molte chiese dell'hinterland, seguono il rito ambrosiano che vuole l'inizio delle Ceneri, la prima domenica della Quaresima.
Un tempo si narra che, intorno alla seconda metà del IV secolo, il carnevale di Milano fosse noto almeno quanto quello – rinomatissimo – di Venezia.

Secondo un'altra leggenda, infatti, Sant'Ambrogio chiese una dispensa perpetua al Papa, perché a Milano aveva appena smesso di infuriare la peste e lui non voleva provare ulteriormente i cittadini con il digiuno delle Ceneri.

Il protagonista assoluto della festa è la maschera milanese che impersona un servo vivace e pieno di verve: Meneghino, i milanesi si rivedono in lui, laborioso e generoso. Lo conosciamo con giacca marrone, cappello a tre punte, pantaloni corti e immancabile parrucca con codino, si fa accompagnare dalla moglie Cecca. Il suo nome deriva dal servo che accompagnava al passeggio le dame milanesi, Domeneghin, si affittava solo la domenica, per le famiglie meno facoltose.

Per il carnevale Ambrosiano la città si accende, i forni preparano dolci e chiacchiere, e Milano si lascia ispirare da feste a tema che animano i quartieri e che rivedono la tradizione del carnevale in chiave artistica.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 22 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO