Detroit: il tour delle rovine

L'ultima novità dei viaggi: le città mettono in mostra le loro ferite che diventano persino attrattive. A Detroit edifici in abbandono dopo il boom edilizio


Succede a Detroit, un tour tra le rovine, dopo l'itinerario della crisi, proposto dall'europea Oporto, le città belle, che si vedono segnate da devastazioni di qualsiasi tipo, che siano ambientali o provocate da crack finanziari, non rinunciano a mettere in vista la loro anima.

Perché il periodo di crisi fa parte del ciclo della vita, ha un valore, persino estetico. Detroit, la città dell'automobile, Motor city, simbolo americano, adesso ha edifici in stato di abbandono.

Questo stato porta, come scrivono i giornali americani-
Jesse Welter, il fotografo e esploratore urbano, in un articolo del Los Angeles Times, lo ha definito "Un parco di divertimenti" -
a questo tour: vedere con i propri occhi un fallimento, tirare le somme, rendersi conto. Detroit, imploso il boom edilizio, conta il più alto numero di edifici abbandonati a loro stessi che dopo decenni di incurie stanno cadendo a pezzi.

Dall'altra, come spiegano sul posto, dentro le case brulica molta vita, gli artisti notano che la città, porta con sé, anche una forte spinta alla ricostruzione. Come una tela bianca, dopo un reset, Detroit, sembra pronta a ripartire e attira per questo sguardi e attenzione.

  • shares
  • Mail