Aerofobia, i trucchi per sconfiggere la paura di volare

Alcuni consigli pratici per chi affronta il suo primo volo in aereo o per chi ha una tremenda paura di volare.

Si avvicinano le vacanze natalizie e molti di voi avranno in mente di approfittare delle ferie per qualche viaggio. L’aereo è sicuramente il mezzo di trasporto più ambito: veloce ed economico, grazie alle numerose proposte che le compagnie offrono, ci permette di spostarci nelle mete prenotate o semplicemente di raggiungere parenti ed amici a casa.
Se è la prima volta che ci si mette su un aereo, l’ansia da Lost è un must: la paura di restare sospesi per ore su un mezzo pesantissimo – chiedendoci per tutto il viaggio come faccia a stare in aria nonostante la mole – il non potersi alzare, il non poter scendere se ci prende il panico rende il viaggio un inferno e si arriva a destinazione più stanchi e stressati della partenza. Noi vi proponiamo alcuni piccoli ma efficaci suggerimenti per volare senza paura.

Innanzitutto, sfatare il mito che l’aereo non è sicuro. On line si trovano numerose informazioni  sulla sicurezza del mezzo, sulla percentuale – bassissima – di incidenti e sui vari aspetti tecnici (decollo, atterraggio) del velivolo. Informarsi, confrontarsi magari con hostess e steward che sono a bordo del vostro volo: sono lì a posta per rassicurarvi.
Se l’ansia la fa da padrona, imparate qualche tecnica di respirazione e di rilassamento, come ad esempio il training autogeno, vi aiuteranno a mantenere il controllo durante eventuali momenti di panico.
Ancora nulla? E allora sappiate che non siete gli unici ad avere paura. Magari conversare con chi vi è seduto affianco durante il viaggio può essere un modo per distrarre la mente e perchè no, fare nuove amicizie.

Non avete voglia di parlare con nessuno? Dedicatevi alla lettura di un libro o portate con voi un tablet o un pc - ricordando di metterli in modalità off line - per scrivere o lavorare: la distrazione è sicuramente l’ingrediente principale per affrontare il viaggio e sconfiggere l’aerofobia. Oppure fatevi una bella playlist da mettere sul vostro lettore mp3 con i vostri brani preferiti: non necessariamente musica new age, potete rilassarvi anche con del metal, l’importante è seguire i vostri istinti e assecondare i vostri piaceri.

Ci sono poi dei consigli pratici che potete seguire. Ad esempio, la scelta del posto: le prenotazioni permettono di scegliere dove sedersi. Non avete alcuna intenzione di guardare dall’oblò e vedere il vuoto? Vi sconsigliamo il posto finestrino,  oppure evitate di mettervi in fondo al velivolo, dove i rumori del motore potrebbero fomentare le vostre ansie.  Su www.seatguru.com potrete consultare i posti dell’aeromobile che state per prendere e decidere così il migliore per voi prima di ogni prenotazione.
Infine, le cose da evitare prima di salire a bordo, come quella di bere caffè, thé o altre bevande eccitanti che potrebbero scombussolarvi durante il viaggio o di non guardare le notizie meteo che vi farebbero desistere dal salire perché terrorizzati dalle turbolenze.

Se tutti questi consigli li considerate inutili, potete affidarvi a qualche ansiolitico da portare nel vostro bagaglio a mano come ultima spiaggia. Le nuove norme permettono di portare una quantità limitata di questi medicinali, ma se si tratta di medicine e non di rimedi naturali è bene portare con voi anche la prescrizione medica, per evitare che vi blocchino il flaconcino alla dogana. E’ preferibile tuttavia prenderli un’ora prima del decollo, in modo da agevolare l’effetto.
Siete pronti? Bene, non ci resta che augurarvi buon volo.

 

  • shares
  • Mail