5 cose da fare, e da non fare, in Corea

Tutto quello che c'è da sapere per andare in Corea

South Korea

Credo che nessuno possa offendersi quando dico che la Corea non è una delle mete turistiche per eccellenza: la maggior parte dei visitatori lo fa per motivi di lavoro. Andati alla scoperta del mondo Kia per Autoblog, abbiamo stilato una piccola lista utile a chi dovesse andare in Corea, e che per ora non abbiamo letto su nessun altro sito italiano.

- Corean Barbecue: da provare assolutamente.
Qualcuno dice che il Corean Barbecue rappresenta la filosofia coreana applicata alla cucina. Si tratta di ristoranti specializzati, dove direttamente in tavola è presente una piccola brace. Un po' come accade nella burghignon francese ognuno può cuocere direttamente al tavolo la propria carne, decidendo così il grado di cottura, ma soprattutto potendo mangiare la carne sempre calda. Nei ristoranti più sofisticati, il compito di portare e disporre la carne sulla brace è affidato direttamente alle cameriere.

- Affittare un telefono cellulare? No Grazie
Qualche anno fa la rete cellulare coreana lavorava su una freuquenza diversa rispetto a quella europea. Chi aveva la necessità di utilizzare un telefono, poteva rivolgersi direttamente in aeroporto a società di noleggio. La situazione ora è diversa: gli smartphones che utilizziamo in Europa funzionano anche in Corea. Il servizio di noleggio telefoni è ancora presente, ma per noi non è più necessario. Come sempre, informatevi preventivamente sulle tariffe applicate dal vostro operatore.

- Il marsupio porta soldi? Non serve.
Può essere strano dichiararlo pubblicamente, ma pare proprio che la microcriminalità non sia di casa a Seoul. Certo, la prudenza non è mai troppa, ma da quanto abbiamo potuto vedere gli abitanti di Seoul passeggiano con borse e borselli che in altri luoghi nel mondo li renderebbero target immediato di scippi e furti.

- Noleggiare un'auto? Una bella idea.
Il traffico terribile dell'orario di punta a Seoul si stempera durante le altre ore del giorno. Si tratta comunque di un traffico decisamente ordinato e poco propenso a trasgredire il codice della strada. I cartelli e le indicazioni sono tradotte in inglese, mentre la grafica è quella statunitense. Noleggiare un'automobile è perciò una bella idea per visitare il Paese. Attenzione: è necessaria la patente di guida internazionale.

- Shopping elettronico compulsivo: meglio di no
Se pensate di andare in Corea e acquistare smartphone o tablet, rimarrete delusi. I prezzi sono decisamente più alti che in Italia. Il mercato coreano è infatti quasi interamente monopolio di Samsung ed Lg, che non hanno alcun motivo di vendere a prezzi minori.

Un ultimo suggerimento: visitate il Gyeongbokgung, il principale e più grande dei cinque grandi palazzi costruiti dalla Dinastia Chosun.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO