Capodanno 2014 nei borghi d'Italia

Stanchi del solito Capodanno? Volete evadere dallo stress del Cenone e delle mega feste? Un piccolo borgo è quello che fa per voi.


Si avvicina il Capodanno ma non vi sentite pronti ad affrontare per l'ennesimo anno il caos, lo stress del cenone, i fuochi d'artificio e la musica a tutto volume? Avete intenzione di evadere da tutto ciò che è mondano ma non sapete dove? Non preoccupatevi, la soluzione c'è: basta recarsi in uno dei numerosi borghi presenti in Italia.
Qui troverete natura, relax, buona cucina e soprattutto poca gente, gli ingredienti necessari per iniziare un nuovo anno riposati e sereni. Qui vi proponiamo un piccolo elenco di borghi da visitare, dal nord al sud, ma ve ne sono talmente tanti che basterebbe salire in macchina  e iniziare a viaggiare: ne troverete sicuramente uno a pochi chilometri da voi.

Arroccato su una montagna di tufo, in provincia di Viterbo, troverete Calcata, una cittadina la cui popolazione è principalmente costituita da gatti. Se avete voglia di un 31 dicembre in totale relax, Calcata è il posto giusto per vivere una favola: elfi e fatine infatti la fanno da padrone nell'arredamento di quasi tutti gli alberghetti e i ristoranti.
Un'atmosfera magica che troverete anche a Sutrio, in provincia di Udine: lontana da ogni frastuono, Sutrio vi accoglierà con un paesaggio ovattato e innevato.

Se siete amanti del mare, Cefalù, in Sicilia, è il posto ideale: una cena a base di pesce, ottimo vino e un giro tra i monumenti medievali possono allietare il vostro ultimo dell'anno. Se invece cercate un Capodanno movimentato ma non troppo, non perdetevi il Murder Party che si tiene a Ortignano Raggiolo, in provincia di Arezzo: sarete detective per un giorno, alla ricerca dell'assassino che si aggira nel borgo, senza dimenticare però di fare un brindisi allo scoccare della mezzanotte.

Volete fare furore? Allora recatevi a Furore, piccolo borgo della splendida costiera amalfitana:  un "giardino pensile abbarbicato alla montagna e proteso sul blu del mare e del cielo" dove trascorrere il Capodanno in compagnia di qualche pescatore.
Se i castelli e i fantasmi sono la vostra passione, sull’Appennino di Piacenza troverete quello che fa per voi: nel borgo di Val Vezzano c'è il Castello di Gropparello, famoso per le sue misteriose leggende di fantasmi, come quella di Rosania Fulgosio, murata viva dal marito Pietrone da Cagnano dopo aver scoperto il tradimento.

Insomma, di cose da fare senza voler strafare ce ne sono eccome, non vi resta che cercare il posto ideale dove evadere da tutto, anche se solo per un giorno. Buona ricerca e buon anno!

  • shares
  • Mail