Gli studios d'arte di Montmartre aperti dal 19 al 21 novembre

Montmartre
Pochi quartiere al mondo sono associati all'arte come Montmartre a Parigi. Dalla metà del 19 ° secolo, la collina dedicata al dio Marte dai romani (Mont Martis), ha attratto artisti grazie sua incantevole posizione con vista su Parigi, la cupola Basilica del Sacro Cuore, i tortuosi acciottolati che la percorrono e gli accoglienti caffè. Monet, van Gogh, Dalì, Modigliani e Picasso sono solo alcuni dei grandi nomi associati al quartiere.

Si sa, gli artisti sono gelosi della propria intimità, che esprimono sopratutto dove creano, per cui da sempre ci sono state poche possibilità di vedere quello che realmente succedeva in uno studio; tutto era lasciato all'immaginazione, ai racconti dei pochi fortunati accolti in questi locali. Poi nel 1990 è accaduto che poco più di una dozzina di artisti abbia deciso di aprire, una volta all'anno e per pochi giorni, le porte dei propri studios, permettendo così agli amanti dell'arte, o ai semplici curiosi, di varcare la porta dei propri laboratori. L'esperimento si è rivelato un successo, e da allora si ripete ogni anno.

Quest'anno si è scelto di aprire le porte ai visitatori il prossimo week end, dal 19 al 21 novembre, ed a partecipare saranno oltre 123 artisti, per 74 diversi studi; l'associazione che organizza l'evento, ha anche prodotto un catalogo, in vendita a 10 euro, che comprende le cartoline (123) create dai partecipanti, con le opere d'arte ed una mappa dove ritrovare gli studios, utilissima per organizzare il giro a Montmartre secondo le proprie preferenze.

Via The New York Times.
Foto | Didier B.

  • shares
  • +1
  • Mail