Luoghi ed itinerari, Vaci Utca la via pedonale dello shopping a Budapest

Vaci Utca a Budapest, una lunga via pedonale che corre parallela al Danubio. La via più commerciale e turistica di tutta la città, quella dove tutti finiscono per arrivare.

Vaci Utca a Budapest

Quale che sia il vostro modo di viaggiare, più o meno "culturale", più o meno curioso, più o meno "godereccio", una volta a Budapest, inevitabilmente finirete per passeggiare per Vaci Utca, la lunga via dello shopping (e della ristorazione) di Budapest. Una via pedonale, lunga, pulita, sicura (almeno così mi è parsa), su cui si affacciano gli eleganti edifici della buona borghesia di Pest della fine del XIX secolo. Già bella, quando ci sono passata questo novembre quando era "sotto" grandi lavori di rimodernamento, posso ben immaginare che, a fine lavori, sarà ancora più elegante.

L'ho percorsa tutta, dal bel mercato coperto di Nagycsarnok (all'altezza del pote della Libertà) fino a piazza Vörösmarty dove ora si svolge l'affollato mercatino natalizio di Budapest. A grandi linee, diventa sempre più elegante, e costosa, mano ma mano che ci sia allontana dal mercato coperto e si arriva verso piazza Vörösmarty.

Pensavo di fare una passeggiata veloce, ma alla fine, di vetrina in vetrina, per percorrerla tutta ho impiegato tre ore. Da qui il mio consiglio: liberatevi dei mariti e godetevi in santa pace la vostra (nostra) voglia di shopping. Appuntamento in uno dei tanti ristoranti che gravitano intorno a Vaci utca.

Sulla via trovate di tutto, dal negozio che vende tradizionali prodotti ungheresi, a quelli internazionali di marca (italiani compresi), passando per locali di tendenza e ristoranti turistici, con tanto di "butta-dentro". Da vedere, anche solo per fare lo struscio a Budapest.

p.s. Alla fine, dopo lunga ricerca, sono riuscita a trovare il mio capo d'abbigliamento invernale .... made in Italy. Mio marito ancora mi prende in giro!

Vedi anche le scarpe sulla riva del Danubio, il memoriale di Budapest da non perdere, 10 cose da vedere a Budapest e Parlamento di Budapest, una recensione e come prenotare la visita in italiano.
Foto Moyan Brenn.

  • shares
  • Mail