Viaggiare sicuri a Bangkok, non è ancora sconsiglio ma occorre prudenza

La situazione interna a Bangkok si fa sempre più critica, e la Farnesina alza il livello di attenzione per i viaggi in Thailandia. Non è ancora sconsiglio ma occorre prudenza.

Manifestazioni a Bangkok

La Thailandia precipita sempre di più nel caos. Da sabato sera, si è scatenata una protesta violenta contro il governo e il bilancio, al momento, è di cinque morti e più di 50 feriti. Assaltati uffici governativi, occupata la sede della tv pubblica, Thai Pbs. Il premier, Yingluck Shinawatra, è stata trasferita dalla polizia in un luogo segreto dopo che i rivoltosi hanno assaltato il circolo sportivo in cui era giunta per rilasciare alcune interviste... continua sul nostro blog di attualità.

In questa situazione il nostro Ministero degli Esteri non ha ancora emanato lo sconsiglio per i viaggi in Thailandia, che come sappiamo si tradurrebbe in un immediato stop dei viaggi organizzati dai tour operator italiani, ma raccomanda la massima prudenza e grande attenzione alle notizie che provengono da Bangkok.

A partire da domenica 1 dicembre 2013 la Polizia ha iniziato a fare uso di lacrimogeni per disperdere i manifestanti. Si raccomanda di tenersi aggiornati sulla situazione attraverso i mass media locali ed internazionali, il proprio albergatore o l’agente di viaggio. In questo quadro, si ribadisce la necessità di mantenersi lontani da ogni tipo di assembramento e di evitare zone non turistiche della capitale. Viaggiare Sicuri.

Quindi per ora niente sconsiglio, ma prudenza. Per cui dopo aver registrato i dati del nostro viaggio sul sito del Mae, segniamoci da qualche parte anche i dati della nostra ambasciata a Bangkok: al 27° e 40° piano della CRC Tower a Bangkok ( Tel.: +66-2-2504970 e sito web).

Vedi anche 10 cose da vedere a Bangkok, il mercato di Chatuchak a Bangkok e il palazzo Reale di Bangkok.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail