No della Regione Sicilia all'antenna anti wind shear; la palla passa al Ministero della Salute

Isola delle Femmine
La Regione Sicilia ha dato parere negativo all'istallazione dell'antenna wind shear sull'Isola delle Femmine, valutando che questa installazione comportasse rischi per la salute dei cittadini, passando poi la palla all'ENAC chiedendogli di dimostrare la necessità di installare l'antenna proprio lì e non da altre parti, e che l'antenna non sia nociva alla salute dell'uomo.

Di wind-shear se ne parla da quando un aereo della Wind Jet ha avuto un incidente in fase di atterraggio all'aeroporto Falcone-Borsellino di Punta Raise, e delle antenne che posso rilevare il fenomeno da quanto si è scoperto che l'aeroporto palermitano (ma anche quello di Genova e forse anche quello di Reggio Calabria) non ne dispone neppure uno (ad Hong Kong ne hanno 5).

La palla però non è rimasta troppo tempo nel campo dell'ENAC, che dopo aver dichiarato che non esiste un altro sito alternativo per l'installazione dell'antenna (e dopo essersi stupita del fatto che l'ARPA siciliana abbia cambiato idea sui rischi derivanti dall'installazione di questa), l'ha ributtata nel campo del Ministero della Salute, al quale ha "richiesto in termini immediati l’autorevole e definitivo parere del Ministero della Salute" sui rischi per la salute dell'uomo. A questo punto, occorre aspettare il parere ministeriale, e che nel frattempo non si verifichi un altro incidente dovuto al vento a Palermo.

Foto | Carlo Columba.

  • shares
  • +1
  • Mail