Il museo del sesso di Tongli in Cina

Tongli in Cina, la Venezia d'Oriente, ospita il Museo del Sesso, per riconoscerne l'importanza e (si spera) iniziare a pensare a farlo bene.

Museo del Sesso di Tongli

Tongli in Cina, l'ennesima città che si fregia del titolo di "Venezia del.." (una delle tante in giro per il mondo, basta avere almeno una decina di canali e il gioco è fatto...), inizia ad essere frequentata dai turisti stranieri, oltre che per la particolarità stessa del paese, anche perchè ospita il museo del Sesso.

Sculture, statue, ceramiche, dipinti, giocattoli erotici ed altri manufatti documentano la naturale attenzione che da sempre è stata dedicata a quest'importante aspetto della nostra vita. E visto che siamo in Cina, che di Storia ne ha tantissima dietro le spalle, gli oltre 1.400 oggetti della collezione, ci riportano indietro nel tempo, anche fino a 9.000 anni fa.

Trattandosi di un museo l'esposizione ha un taglio scientifico, con tanto di cartelli esplicativi in cinese ed inglese. Ne sono nascosti aspetti solitamente controversi legati ad matrimonio ed alle tradizioni cinesi (come quella di fasciare i piedi delle neonate), o all'omosessualità, che in un paese comunista (od ex) non è proprio scontato.

A fine visita, un'ora, è possibile anche acquistare un souvenir. Il museo, la cui esposizione ha viaggiato anche New York, Berlino e Singapore, si trova a Tongli, un paese a mezz'ora di viaggio da Shenzou, ad un'ora circa da Shangai. Qui alcune fotografie del museo.

Vedi anche le fotografie del festival del Pene d'Acciaio in Giappone, il museo del sesso ad Amsterdam e ricordiamoci che è vietato fare sesso nei taxi di Bangkok.
Museo del Sesso di Tongli

Foto Wilf2, Bernard Oh.

  • shares
  • Mail