L'aeroporto di Cagliari è rimasto chiuso per più di due ore

Aeroporto di Cagliari
L'aeroporto di Cagliari è rimasto chiuso per più di due ore, dalle tre meno dieci alle cinque e un quarto del pomeriggio a causa dei disordini che si erano verificati disordini al centro di primo soccorso e accoglienza di Elmas; solo quando la polizia ha riperso il controllo del centro, e catturato una decina di immigrati che erano fuggiti attraversando la pista dell'aeroporto, l'ENAC ha dato l'ok alla ripresa dei voli.

A causa di questi disordini sono stati cancellati undici voli, in arrivo e in partenza dall'aeroporto di Cagliari, dove quattro persone che manifestavano contro i centri sono stati aggredite da una ventina di passeggeri imbufaliti per i voli cancellati.

A parte tutte le considerazioni che si possono fare sui centri di accoglienza, ha dell'incredibile che una struttura dove sono raccolti i clandestini prima di essere rimpatriati, quindi una struttura a rischio di disordini (si trattava del terzo giorno di disordini in una settimana) , sia stata localizzata all'interno dell'aeroporto di Cagliari, a 150 metri dalla torre di controllo. La prossima volta la possono localizzare direttamente a ridosso del check in, così si fa prima con i rientri.

Foto | Luca Mascaro.

  • shares
  • +1
  • Mail