Le principali cause di morte dei cittadini statunitensi all'estero

Turisti al colosseo
Dite la verità, leggendo il titolo non avete pensato almeno un secondo che "questa qui" oggi ha deciso di portare sfiga? Gli americani che, evidentemente non credono alla sfiga, più prosaicamente collezionano, e pubblicano, i dati sulle morti dei turisti americani all'estero (escluse quelle per cause naturali), con l'evidente scopo di "mettere in campana" i propri cittadini sui pericoli che si incontrano viaggiando, e se anche sono sicura che la stessa statistica per noi italiani porterebbe a risultati diversi, forse qualche indicazione utile la possiamo trarre anche noi. Vi anticipo che, scorrendo i dati relativi al periodo giugno 2009 - giugno 2010, su circa 1.100 decessi di cittadini statunitensi, solo 14 sono da collegare ad attentati terroristici.

Foto | Fleqi.

La maggior causa di decessi per gli statunitensi all'estero è dovuta ad incidenti collegati ai mezzi di trasporto (258), sopratutto relativi ad incidenti automobistici (192). 44 decessi sono collegati ad incidenti in motocicletta, 8 sugli autobus e 4 in treno; se si considerano anche i disastri aerei, il totale arriva a 292, confermando quindi che le più alte probabilità di morte si hanno quando si viaggia in automobile (potete "grattarvi" se ancora non lo avete fatto, anche se dubito serva a qualcosa).

Suicidi a parte (134), tra le altre cause di morte si registra un alto numero di omicidi (217), soprattutto nelle aree dei paesi caraibici e latino americani, Messico in testa; tra queste però Argentina, Brasile e Cile appaiono le più sicure, visto che nel periodo considerato l'ente governativo statunitense, non vi ha registrato alcun omicidio. Per inciso, i civili statunitensi vittime di omicidi in Iraq sono stati 3 e in Pakistan 1.

E anche da noi il dato non si discosta dal dato generale, omicidi a parte visto che non se ne sono registrati ai danni di statunitensi; su 16 decessi di statunitensi in Italia, 7 sono legati ad incidenti automobilistici.

  • shares
  • +1
  • Mail