Il comune di Roma dice di si agli autobus turistici in doppia fila


Il comune di Roma, per mezzo del presidente della commissione Mobilita’ di Roma Antonello Aurigemma, avrebbe inviato una direttiva alla polizia municipale, invitando i vigili a permettere ai bus di fermarsi davanti ad alberghi, ristoranti, uffici e scuole, solo per il tempo necessario alla salita e discesa dei passeggeri. Che cosa? E' uno scherzo vero?

Da che gli autobus turistici non avrebbero proprio potuto entrare in città, a che avrebbero dovuto utilizzare solo determinati varchi di accesso e piazze di sosta, a che il sindaco pensa a fermare i cortei perchè i romani non campano più stretti nella morsa del traffico, adesso il presidente della commissione Mobilità, mica uno qualsiasi, invita i vigili a chiudere un occhio sugli autobus in doppia fila???? Ma deccheee ahhhhoooooooo???

Ma dove vive il Presidente? Ma nun ce lo sa che Roma ha un solo vero problema? Il Traffico. E il Presidente (che fa, gira con i lampeggianti?) dice ai vigili che se un bus turistico se ferma sul lungotevere, davanti alla Bocca della verità, co' 50-60 vecchietti ucraini, che pe' scende dar bus ci impiegano 15 minuti contati (mi è accaduto una settimana fa...storia vera), cor traffico de le 10 de matina che impazzisce, co la ggente che sclera, che se pja a catenate, sto Presidente dice che se po' fa? Ma deccheee ahhhhoooooooo??? Ma chi l'ha portato a Roma? Bossi?

Foto | helgabj.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: