La penisola di Gallipoli in Turchia, il set di The Water Diviner

Un po' di Puglia, un po' di Turchia, uno spruzzo di Oceania e molto Russell Crowe: i luoghi del prossimo film the Water Diviner.

Naturalmente il riferimento alla nostra Puglia si limita al solo nome di questa penisola della Turchia, Gallipoli, che per i turchi è invece Gelibolu. Qui verrà ambientato il nuovo film di Russell Crowe, intitolato The Water Diviner, che uscirà l'anno prossimo e potrebbe essere considerato il contributo dell'attore - che per l'occasione sarà anche regista - alle celebrazioni per i 100 anni dall'inizio della I Guerra Mondiale.

Il film infatti prende spunto dalla terribile battaglia che nel 1915 si svolse nella Penisola di Gallipoli, che deve il nome ad una cittadina della Turchia, nella provincia di Çanakkale, situata in posizione strategica sullo stretto dei Dardanelli: dall’aprile 1915 al gennaio 1916 la zona fu teatro di importanti operazioni militari tra neozelandesi, inglesi e francesi e forze turche e tedesche. Ogni anno a marzo, periodo in cui dovrebbe uscire il film, nella penisola si svolgono le commemorazioni delle grandi battaglie di Gallipoli, in cui morirono circa 500 mila soldati.

La storia di the Water Diviner parte da quando un padre australiano parte verso la Turchia per cercare tracce del figlio disperso in battaglia a Gallipoli. Le prime scene verranno dunque girate in Australia ma il resto dovrebbe mostrare questa piccola parte della Turchia, anche se difficilmente mostreranno i memoriali successivamente costruiti per ricordare i caduti di quella battaglia.

Dal punto di vista turistico, il Parco storico nazionale di Gallipoli è uno dei luoghi più interessanti dell'area di Canakkale (la città più grande della regione). I mini bus che trasportano i turisti partono dal nord della penisola, dal villaggio di Kilitbahir, e si fermano al Grand Turkish Memorial. Le altre tappe sono il porto di Kabatepe, Anzac Cove e la spiaggia di Kabatepe, ricca di campeggi e ristoranti.

I tour durano mezza giornata e prevedono un percorso incentrato in gran parte sulle vicende dei conflitti più recenti: il cimitero di guerra di Kabatepe, le trincee di Johnston's Jolly, i memoriali dedicati ai soldati neozelandesi e austrialiani (ce ne sono 33 in tutto, in ricordo dei tanti caduti della guerra del 1915) e la Shrapnel Valley.

Foto | Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO