L'hotel Bauen, l'albergo autogestito dai suoi ex dipendenti

Oltre l'occupazione, un nuovo modo di fare impresa, che in Sudamerica è diventato un movimento. Dopo il default del 2001, gli ex impiegati hanno ritrovato il lavoro e salvato la struttura

La crisi che mise in ginocchio l'Argentina nel 2001, non è dimenticata. Come certe esperienze che si segnano sulla pelle e lasciano segni che ci raccontano e, a volte, ci fanno perfino più belli, anche l'Argentina, con il suo tango, le sue architetture, le partite di polo e i romanzi di Borges, risorge dalle ceneri con nuova vitalità e modi di affrontare il reale, mischiando l'imprenditoria, con la fantasia e la voglia di fare.

L’hotel Bauen è una di queste realtà. Venne costruito sotto la dittatura dei Generali, in occasione dei Mondiali di calcio del 1978, proprio per ospitare gran parte delle delegazioni sportive, fallisce nel deafult del 2001. Adesso, da dieci anni, è gestito dai suoi ex dipendenti, che hanno tenuto duro, per due anni l'hanno occupato, non hanno abbandonato "la barca che affonda", ma l'hanno aiutata ad attraccare in un porto diverso, per certi versi rivoluzionario.
Qui, per un 4 stelle, i prezzi non solo sono abbastanza contenuti, ma il servizio, offerto dalla cooperativa di ex dipendenti, è eccellente. Gli impiegati/gestori continuano a investire in riparazioni, dopo aver rimesso in sesto l'albergo, che versava in condizioni disastrose dopo il fallimento Statale.

Il Bauen è dunque il primo hotel al mondo a vivere una esperienza del genere. Esperienza che sembrerà strana alla vecchia Europa, ma che coinvolge molti lavoratori sudamericani, che si impegnano a far rivivere le proprie aziende - in Argentina sono circa 300, lo chiamano "il movimento della fabbriche recuperate" - dopo fallimenti o manovre economiche azzardate e speculazioni.
Grazie all'Hotel, ad esempio, vivono 500 persone.

Il Bauen si trova nel centro di Buenos Aires, sulla Avenida Correnties, a pochi metri la fermata della metro, a piedi, in pochi minuti, per queste strade larghissime, ecco i teatri, fra cui il noto Teatro Colon, i centri commerciali, i bistrò, bar e la maggior parte dei ristoranti esclusivi.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO