Wiener Staatsoper, la prima casa dell'Opera a Vienna

La Wiener Staatsoper, il teatro dell'Opera di Vienna, il simbolo stesso della grande Musica, nella più classica delle città della Mittel Europa.

Teatro dell'opera di Vienna

Antonio Vivaldi, Christoph Willibald Gluck, Wolfgang Amadeus Mozart, Franz Joseph Haydn, Antonio Salieri, Ludwig van Beethoven, Gioachino Rossini, Franz Schubert, Johannes Brahms, Franz Liszt, Gustav Mahler, Arnold Schönberg, Richard Strauss, Karl Böhm e Herbert von Karajan ed altri ancora. Difficile contendere a Vienna il titolo di Città della Musica.

Wiener Staatsoper, la prima casa sulla Ringstraße come viene colloquialmente indicata, il teatro dell'Opera di Vienna, tanto amato dai viennesi, che per Vienna la seconda guerra mondiale terminò veramente solo il 5 novembre del 1955, quando la Filarmonica diretta da Karl Böhm, ne festeggiò la ricostruzione con il Fidelio di Beethoven.

Un teatro da vedere, splendido di sera, anche se non si è degli appassionati della musica e danza classica. Ogni giorno sono organizzate delle visite guidate di 40 miuti, anche in italiano, che permettono di ammirarne gli interni; dal padiglione dell’ingresso e la scalinata principale, alla sala da tè, la sala dei marmi, il Schwind-Foyer, la sala di Gustav Mahler, l’auditorium, per finire con uno sguardo sul palcoscenico. Solo su prenotazione.

E poi, vicino al teatro dell'Opera, in Karlsplatz 1, si trova la Chiesa di San Carlo Borromeo, quella che mette insieme la colonna Traiana, il portico del Panteon e la cupola della Basilica di San Pietro, per creare il ricordo di Roma a Vienna, mentre in Treitlstrasse 2, si trova la Kunsthalle Wien, l'istituzione che organizza esposizioni temporanee di arte moderna. E per un drink o una cena di classe, proprio accanto al teatro dell'Opera c'è Albertina Passage, un locale che non manca mai di stupire per la sua eleganza.

Vedi anche i mercatini di natale di quest'anno a Vienna, 10 cose da vedere a Vienna, e pizzeria i Mafiosi, discutibile ma economica.

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail