Mr O’Leary ammette di essersi sbagliato e Ryanair si scusa con EasyJet

Comunicato RyanairNotiziona nel campo della comunicazione. Mr O'Leary ammette di essersi sbagliato, paga, e si scusa con Sir Stelios Haji-Ioannou, che incassa le scuse, e devolve le 50.100 sterline di multa pagate da Ryanair in beneficenza (quelli di pokerstadio parlerebbero di double up).

E le scuse arrivano a mezzo stampa, attraverso un comunicato a pagamento pubblicato sul quotidiano britannico The Guardian. Tutto ha inizio quest'inverno (eravamo a febbraio) quando Mr O'Leary, noto per la sua diplomazia, accusava Sir Stelios di nascondere la verità, non diffondendo alcuni dati relativi all'operatività di EasyJet.

News via The Wall Street Journal e Diario del Viajero.
Foto via Diaro del Viajero.

A leggere bene la comunicazione però Mr O'Leary e la Ryan, non si scusano per aver affermato che i voli della EasyJe siano spesso in ritardo, quanto per aver ritenuto Sir Stelios responsabile della mancata comunicazione dei dati sulla puntualità dei voli della Easy, imputabile invece al management della stessa.

Lasciando da parte le finezze dei legali, che con ogni probabilità avranno concordato il testo da pubblicare, di fatto c'è che Mr. O'Leary, chiamato in giudizio da Sir Stelios per queste dichiarazioni, ha preferito non andare in giudizio, e farla finita con un accordo extra-giudiziale.

Da parte sua, il boss della EasyJet ha dichiarato "Non accade spesso che una persona arrogante e potente come O'Leary sia costretta a chiedere scusa a qualcuno in pubblico e per iscritto. Ho preso questa azione legale per tutelare la mia reputazione. Non sono un bugiardo e la dichiarazione era calunniosa. Vorrei dedicare questa piccola vittoria i viaggiatori che hanno subito abusi verbali e gli hidden extras (i pagamenti extra non dichiarati) di O'Leary."

Ho idea che oggi anche all'ENAC qualcuno avrà motivo di festeggiare.

  • shares
  • Mail