L'Oyster Card per viaggiare sui mezzi pubblici a Londra, si compra online anche dall'Italia

L'Oyster Card, la carta prepagata per girare sui mezzi pubblici di Lodra, si può acquistare anche online dall'Italia. 8-12 giorni per la consegna.

Lettori Oyster Card

Londra è bella e vibrante, lo sappiamo tutti. Ma Londra è anche cara, per cui da bravi viaggiatori low-cost ci prepariamo al nostro prossimo city-break, raccogliendo tutte le informazioni del caso (ma la devo comprare la marca da bollo? quali sono i documenti per i minori?, e la tessera sanitaria europea?), costi dei mezzi pubblici compresi.

Non è necessario? Non direi, perché se una corsa con la famosa metro di Lodra ("Mind the gap", mi raccomando) costa 4,5 sterline se paghiamo in contanti, forse vi farà piacere sapere che con la Oyster Card di sterline ne paghiamo 2.10. Allora che dite, la compriamo una Oyster Card?

Comprarla è semplice, ma fino a qualche tempo fa era possibile acquistarla solo a Londra o dalla Gran Bretagna; infatti, punti vendita reali a parte, il sistema online permetteva di acquistare questa carta per-pagata solo dalla Gran Bretagna. Oggi invece è possibile acquistarla online anche dall'Italia.

Il sito per fare gli acquisti online è questo, non quest'altro, valido solo per i sudditi di Sua Maestà. Si paga solo con Carta di Credito, e la carta turistica verrà recapitata a casa in Italia, entro 8-12 giorni.

Vedi anche Cosa non fare a Londra, lo shopping low cost a Londra si fa da Primark in Oxford Street e itinerari turistici a Londra, meglio prendere l'autobus pubblico della linea 11.

Acquistare L'Oyster Card online


L'acquisto inizia con la selezione del credito che si vuole caricare sulla carta. Per questo tipo di acquisto il taglio base da 5 sterline non è disponibile. Si parte da 13 sterline, per arrivare al taglio massimo di 53 sterline.

Non siamo sicuri di quanto dobbiamo caricare? Allora mettiamoci nel mezzo ed acquistiamo una ricarica da 33 sterline, che potremmo sempre rimpinguare in una qualsiasi stazione della metro londinese, nel caso stessimo andando fuori budget.

Inseriamo la quantità di carte che vogliamo acquistare (minimo 1), la data del nostro viaggio, abbastanza nel futuro affinché la carta ci possa essere consegnata, e continuiamo con l'acquisto premendo il bottone "Add to basket".

Quindi ci compare una schermata dove possiamo controllare il nostro ordine, ed eventualmente modificarlo, anche eliminandolo completamente. A questo punto alle nostre iniziali 33 sterline sono aggiunte £3.75 sterline per le spese di spedizione.

Sembra ovvio, ma qualche volta non lo è, ma variando il numero di carte da acquistare, per lo stesso indirizzo di spedizione le spese di spedizione restano invariate. Quindi, siccome siamo viaggiatrici furbe, ci facciamo spedire al nostro indirizzo anche la carta del nostro lui.

Se poi premiamo la scritta "Currency convert" e scegliamo euro dal menù a tendina che ci viene presentato, possiamo anche toglierci la curiosità di sapere quanto realmente ci costa la nostra carta. Procediamo nel nostro acquisto premendo il bottone "Checkpout".

A questo punto ci vengono richiesti i nostri dati, necessari per la spedizione. I dati obbligatori sono il title (Mr o Mrs), nome (first name) e cognome (last name), l'indirizzo email (due volte, che pizza!), il telefono di casa, il cap, l'indirizzo e la città. Compiliamo i dati e premiamo il bottone "Continue", dopo aver spuntato il segno sulla casella "I have read and understood the Terms and conditions" per arrivare alla pagina del pagamento.

E qui arriviamo alla solita e nota (spero) maschera di inserimento dei dati della carta di credito, che quindi dobbiamo avere accanto a noi per concludere l'acquisto. Carte di credito accettate: American Express, Visa, Visa Electron, Maestro e Mastercard.

Alcune informazioni sull'Oyster Card


L'alternativa alla Oyster Card è la Travelcard, un abbonamento giornaliero; a grandi linee, se il soggiorno è sui tre giorni conviene la Travelcard, anche se poi i più precisi possono fare i propri calcoli sulla base dell'utilizzo che intenderanno fare dei mezzi pubblici londinesi.

L'Oyster ha un tetto giornaliero; raggiunto il tetto di spesa giornaliero previsto per il numero di zone che si attraverseranno (e sì, occorre anche studiarsi le zone dei metri pubblici londinesi :-D), e per la fascia oraria di viaggio - peak, orari di punta (quello quando tutti i londinesi vanno ed escono dal lavoro) ed off peak (quello dei turisti smart) - allora si smette di pagare. Per esempio, viaggiando nelle prime due-zone (il centro di Londra), negli orari off peak, raggiunte le 7 sterline di pagamenti, non si pagherà più per i successivi trasferimenti con i mezzi pubblici.

I bambini sotto gli 11 anni viaggiano gratis sui mezzi pubblici londinesi se accompagnati da un adulto pagante. Ma in questo caso, occorre sempre rivolgersi al personale, per far passare i bambini dai cancelli. Non esiste una Oyster per i bambini.

La carta si usa avvicinandola al sensore, che è posto in corrispondenza delle porte di entrata e di uscita dalle stazioni; non serve strusciarla, basta passare a pochi centimetri dal sensore (sono avanti a Londra).

E, se ve lo foste chiesto, le 3 sterline da pagare per la ricarica della Oyster (13, 23, 33..), corrispondono alle famigerate spese di ricarica dei nostri cellulari.

Foto | Wikimedia Commons

  • shares
  • +1
  • Mail