Atterraggio d'emergenza per il volo AZ063 di Alitalia a Roma Fiumicino

Ieri sera un Airbus A320 dell'Alitalia con 151 passeggeri a bordo è atterrato senza un carrello d'atterraggio all'aeroporto di Roma Fiumicino. Nessun ferito.

Airbus Alitalia

Ancora una volta un guasto ai carrelli d'atterraggio la causa dell'atterraggio d'emergenza all'aeroporto di Roma Fiumicino, cui è stato costretto un Airbus A320 dell'Alitalia, volo AZ063 proveniente da Madrid.

Solo la grande perizia del comandante dell'aereo, che è riuscito a mantenere in assetto l'areo fino all'ultimo istante, e la professionalità degli assistenti di volo, ha fatto si che l'atterraggio d'emergenza si concludesse senza feriti tra i passeggeri e il personale a bordo.

Era domenica sera intorno alle 20:30, quando il pilota dell'aereo ha registrato un'anomalia nel funzionamento del carrello d'atterraggio, posto sotto l'ala destra dell'Airbus, anomalia poi confermata dalla torre di controllo dell'aeroporto.

Solo dopo aver ripreso quota, ed aver compiuto alcuni giri in alta quota sopra l'aeroporto, i passeggeri del volo Alitalia sono stati avvertiti del problema, e che si sarebbe proceduto ad un atterraggio d'emergenza.

Il pilota ha così iniziato le procedura d'approccio alla pista, che nel frattempo era stata inondata di schiuma antincendio dal personale aeroportuale. Eccezionale la manovra del pilota, un ex pilota militare, che ha tenuto l'Airbus in assetto su due soli carrelli, fino alla fine, quanto l'aereo si è adagiato su di un fianco.

Perfette anche le procedure di evacuazione dall'aereo (anche queste rischiose, basta pensare a quanto accaduto ad un aereo della Thai solo qualche settimana fa, quando 13 persone sono rimaste ferite durante le procedure di evacuazione), tanto che alla fine, tutti i 151 passeggeri, e tutto il personale di bordo, sono arrivati illesi in aeroporto.

Foto Aereo icarus.

  • shares
  • Mail