Festa grande per i 500 anni delle mura di Lucca

Furono costruite da Alessandro Farnese nel 1513 ed oggi sono il simbolo stesso dell'affascinante centro storico della città toscana.

Chi non conosce il centro storico di Lucca e non ha mai avuto il piacere di passeggiare sulle sue mure forse farà fatica a comprendere l'importanza di questa enorme opera di architettura militare. E a capire come mai le antiche mura cittadine, costruite da Alessandro Farnese nel 1513, vengano festeggiate e celebrate in onore dei 500 anni della loro ultimazione.

Le mura di Lucca, pare che siano le meglio conservate d’Europa, vennero erette 5 secoli fa sull’antica cinta romana per meglio difendere la Repubblica di Lucca. I lavori furono tutt'altro che brevi, ci vollero cento anni per finirli, anche perché il complesso difensivo comprendeva dodici terrapieni, undici baluardi e tre possenti porte. Sopra i marziali bastioni vennero piantati, e ci sono ancora, lunghi e fitti filari di platani, utili come riserva di legname ed anche come protezione dagli occhi indiscreti del nemico.

Quell'anello fortificato, che tanta fatica e oro è costato alla città, non ha mai svolto la sua funzione in pieno, non subendo mai attacchi (oppure ha svolto una funzione di dissuasione così efficace da spaventare ogni aggressore, facendolo desistere). E oggi, sotto i pioppi, gli ippocastani, i tigli e i lecci che abbelliscono il principale parco cittadino, i lucchesi corrono, passeggiano e si ritrovano nella bella stagione, senza fare troppo caso al fatto di trovarsi sopra una fortezza.

Anche per celebrare i 5 secoli delle sue mura, il 5 ottobre Lucca resterà sveglia per la sua notte bianca. Alle 18 e 30 ci sarà la rievocazione dell’antica cerimonia che si svolgeva quotidianamente per la chiusura delle Porte della città, con lo sparo delle artiglierie dalla Piattaforma San Frediano, il corteo storico, gli sbandieratori e i tamburini. Seguita da una serie di eventi, concerti e sfilate che animeranno tutto il centro urbano (da venerdì 4 a domenica 6 ottobre).

Foto | echiner1

  • shares
  • Mail