Tra bizantini ed ottomani, a Skopje in Macedonia


Skopje, torre di avvistamento ai confini dell'antico regno macedone, crocevia di genti, sospesa tra la Mezzaluna e la Croce, sta vivendo un forte risveglio economico e turistico, tanto che la CNN gli dedica un bel pezzo, dal titolo "Skopje, la gemma nascosta dei Balcani".

Diverse le "cose da vedere", ripercorrendo il nastro di una storia che passa sotto le dominazioni dei Romani, Bizantini ed Ottomani; il Forte di Kale, il Monastero di san Pantaleone, la Moschea di Mustafà Pasha e quella di Aladija, l'acquedotto romano ed il ponte di pietra, per finire con una passeggiata nella città vecchia di Skopje, compresa tra il la fortezza ed il fiume Vardar.

E nella città vecchia, tappa d'obbligo nel bazaar turco, "Carsija, dove oltre a respirare l'aria della passata dominazione ottomana, si rischia di fare qualche buon affare, magari tra le tante gioiellerie che si trovano in questa parte della città. Si sbarca all'aeroporto internazionale Alessandro il Grande di Skopje, e si può girare senza spendere troppo in taxi, visto che una corsa in media sta sui 200 dinari (scendere sempre in posti conosciuti però).

Foto di David Edgar | Dominik.Tefert | Svilen Enev | Yemc | anjči | Panoramas.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO