Le 10 città europee più economiche per i turisti nel 2013

In tempo di crisi economica e voli low-cost, prendono piede i city-break, due o tre giorni, in una città europea. Ma qual'è la destinazione più conveniente?

Parlamento di Budapest

Sono abbastanza forunata e grande (diversamente giovane :-D), da ricordarmi quando le vacanze in famiglia duravano un mese intero, al mare o in montagna che fosse. Tante cose sono cambiate, l'orizzonte temporale per le vacanze si è ridotto e, complici le compagnie aeree low cost, sempre più persone scelgono un city break.

Due o tre giorni in una città europea, una di quelle servite dalle compagnie low-cost, dove trovare un alloggio sia relativamente facile e conveniente. Anch'io, quanto ci riesco, ne programmo uno, come il prossimo, che mi porterà a Budapest, capitale dell'Ungheria. E proprio Budapest, secondo The Guardian, è la città europea più conveniente per un turista alla ricerca di un city break, a meno che non si tratti di Capodanno, quando i prezzi in città registrano un'impennata non da poco.

Al lato opposto della scala, curiosamente (mi sarei aspettata Oslo o Zurigo) troviamo Dubrovnik e Spalato in Croazia, convenienti d'estate, meno quando si tratta di programmare un city break nelle altre stagioni dell'anno. Probabilmente perché non ci sono tanti voli a disposizione.

Nel seguito, troviamo la lista redatta dal Guardian con le 10 città europee più economiche per un city break (stiamo parlando di volo+soggiorno per due notti, in un fine settimana quindi), con l'indicazione che per il Capodanno le destinazioni più convenienti sono Barcellona e Berlino. Vicino ad ogni città trovate qualche indicazione utile per il vostro soggiorno...

Si tratta di destinazioni ben servite anche dall'Italia, per cui penso si adatti bene anche a noi, con l'eccezione di Lisbona, forse non così ben collegata con il nostro Paese.

Le 10 destinazioni più economiche in Europa per un city- break


Foto | Mátyás Varga.

  • shares
  • Mail