Negli USA e nei Caraibi si vola low cost con JetBlue

JetBlue, una delle 20 maggiori compagnie riconosciute dall'ente per il controllo aereo degli USA, vola low cost in tutti gli Stati Uniti, ed anche nei Caraibi.

Terminal JetBlue all'aerporto JFK di New York

Se per viaggiare low cost in Australia e nel sud est asiatico abbiamo la Jetstar, per volare low cost negli USA, abbiamo la JetBlue, una delle 20 major, riconosciute come tali dal dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti.

Tanto per dire, tra le altre 20 major, troviamo le più note, in Europa, American Airlines, Delta Air Lines, Southwest Airlines o United Airlines. Insomma, con JetBlue non stiamo parlando di una compagnia qualsiasi, con il dubbio (lecito) sulla serietà della compagnia.

JetBlue, fondata nel 1998, con sede operativa all'aeroporto JFK di New York, dove tra l'altro si trova il suo bellissimo terminal T5 (un volta era della TWA), conta oltre 80 destinazioni, negli USA e nei paesi ed isole dei Caraibi, ma anche 4 destinazioni in Sud America, dove i suoi aerei atterrano a Bogotà, Cartagena, Medellin (tutte in Colombia) e Lima in Perù.

Stati Uniti a parte, dove ovviamente serve le città più importanti, come New York, Orlando, Los Angeles e San Francisco, a molti potrebbero interessare le destinazioni caraibiche, come La Romana sull'isola di Santo Domingo, Nassau alle Bahamas, Grand Cayman alle isole Cayman, Kingston in Giamaica, e tante altre ancora.

Solo per dare quale idea, in questo momento, un New York JFK - New Orleans, si può comprare a partire da 132 dollari (circa 100 euro), un Boston- Filadelfia a 57 dollari (42 euro), un Long Beach - Las Vegas a 59 dollari (43 euro), un Fort Lauderdale in Florida - San Juan sull'isola di Porto Rico a 114 dollari (86 euro).

Insomma, una compagnia da tenere a mente, quando pianifichiamo il nostro viaggio negli USA, dove, ci ricordiamo, per viaggiare ci occorre il nuovo passaporto elettronico (vedi le istruzioni e i costi per il rinnovo del passaporto), e si può viaggiare senza visto, se si sceglie di fare l'ESTA (vedi le istruzioni per la richiesta on-line dell'ESTA). Unica pecca; per ora JetBlue non arriva in Europa.

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail