Strani ristoranti, Conflict Kitchen di Pittsburgh, ovvero a cena con il nemico

Della serie Strani ristoranti, il Conflict Kitchen di Pittsburgh negli Stati Uniti, propone solo cibi dei paesi in guerra con gli Stati Uniti.

Cucina del conflitto

Il Conflict Kitchen è un ristorante take-out a Pittsburgh , che serve solo cibi etnici provenienti da paesi con i quali gli Stati Uniti sono in conflitto, sia che facciano parte del club dell' "asse del male ", sia che rientrino della combriccola degli stati canaglia.

Il ristorante serve solo cibo da portare via, uno stato canaglia alla volta, cambiando target ogni sei mesi. Il cambio del paese "nemico", dell'insegna del locale, e del relativo menù, viene adeguatamente pubblicizzato con una festicciola e musica proveniente dalla nuova nazione.

L'apertura, era il 2010, è stata "celebrata" con l'Iran, per poi passare all'Afghanistan, e quindi al Venezuela. Attualmente il Conflict offre piatti e musica da Cuba, segno che il conflitto si è spostato nei Caraibi.

Tra le offerte del main menu, le "portate principali", troviamo lo Yuca in salsa di Mojo, offerto a 6 dollari, e il ropa vieja, che di dollari ne costa 7. Solo acqua per questo take-out, dove il "gelato di Maria", costa appena 2 dollari.

Al di là della particolarità di questo ristorante, c'è un progetto che prova a coinvolgere gli avventori in discussioni su paesi, culture e persone, che negli Stati Uniti, dove la retorica patriottica è molto forte, si conoscono molto poco.

Quindi non si tratta di pubblicità (o forse, non si tratta solo di pubblicità), ma anche di un modo per conoscere paesi e culture lontane, se non nemiche, che normalmente trovano poco spazio negli USA. Prossimo appuntamento, la Corea del Nord.

Foto Wikimedia Commons.

  • shares
  • Mail